Intervista al centro yoga Shanta Pani Torino

Abbiamo avuto il piacere di intervistare Stefania D’Ammicco, responsabile e docente del centro Shanta Pani Torino, in Via dei Quartieri 12, di recente nascita.Ci ha raccontato quali discipline vengono offerte dalla scuola e a chi sono rivolte: non si tratta solo di lezioni impartite settimanalmente, ma di un percorso di crescita interiore mirato a dare benefici al corpo e allo spirito, come un vero e proprio stile di vita da assumere e far fruttare.

  • Descrivete il vostro centro yoga, da quanto tempo operate e qual è stato il vostro percorso per intraprendere l’insegnamento di questa disciplina.Il nostro centro yoga è stato aperto da poco, alla fine di settembre, come nuova sede. In realtà la collaborazione con l’associazione è in atto dal 2015, e io avevo aperto già il mio primo centro nel 2013. Nella scuola si praticano stili diversi di yoga (hatha e ashtanga, per bambini e in gravidanza) e si eseguono trattamenti ayurvedici e di riflessologia plantare. Si organizzano anche seminari e incontri tematici. Io ho iniziato la mia pratica a 15 anni e ho intrapreso il percorso di formazione insegnanti nel 2009, concludendolo nel 2013 con il diploma.

 

  • A chi consigliate di seguire un corso yoga, e quali benefici può trarne?Molti, a patto che si voglia provare a farlo diventare una parte della propria vita. Si vedranno sicuramente benefici fisici, come la maggiore elasticità, una capacità respiratoria aumentata, la riduzione dei problemi digestivi e del sonno. La costanza e la pratica più di una volta alla settimana porteranno anche a una calma protratta nel tempo, a una maggiore tolleranza e chiarezza mentale, nonché al mantenimento di un buono stato di salute.

 

  • Cos’è lo yoga secondo il vostro centro, come si è introdotto nella società occidentale moderna?Lo yoga è un modo di vivere.La pratica sul tappetino costituisce solo una parte delle sfaccettature dello yoga stesso. Pian piano si impara a fare dello yoga il proprio quotidiano: si modifica l’alimentazione, il modo di pensare e di interagire con gli altri e con se stessi. Nella società moderna lo yoga si è introdotto quale sistema per ridurre lo stress e migliorare la salute, ed è già un buon punto di partenza. Ora sarebbe il momento di andare oltre.

 

  • Quali corsi offrite? Vi sono altre discipline insegnate nel vostro centro?Offriamo corsi di Hatha Yoga, Ashtanga Vinyasa Yoga, Yoga in gravidanza, Yoga Per bambini, meditazione e respirazione. Inoltre, organizziamo eventi e seminari tematici, come Yoganto, che coniuga lo yoga e il canto.

 

  • Avete nuovi corsi o seminari in programma?Sì, in collaborazione con Scuola Onda Sonora stiamo realizzando Yoganto che partirà a novembre e consentirà a chi voglia migliorare il rapporto con la voce, col corpo e il respiro di imparare e divertirsi con noi. Si porteranno gli allievi, di ogni livello, ad imparare a respirare meglio, a rilassarsi e a a gestire la propria voce, sia nella vita di tutti i giorni, sia durante l’atto del cantare. Sarà un’esperienza unica e molto interessante per tutti, che consentirà di acquisire strumenti importanti anche per la vita quotidiana, in grado di aiutare, ad esempio, gli asmatici e tutti coloro che abbiano problemi di ansia e difficoltà nell’esprimere se stessi. Inoltre, realizzeremo masterclass monotematiche su singoli aspetti della pratica, e a gennaio partirà anche la nostra Formazione Insegnanti Yoga.

Nel ringraziare Stefania D’Ammicco del centro yoga Shanta Pani per la sua cortese disponibilità, invitiamo tutti i lettori ad approfondire quanto offerto dal corso Yoganto, un interessantissimo seminario rivolto agli appassionati di yoga e ai cantanti che vogliano imparare a utilizzare consapevolmente la voce, a percepire le vibrazioni sonore e a gestire al meglio la propria energia. Il corso è suddiviso in 4 incontri di 3 ore ciascuno, e avrà inizio sabato 19 novembre, dalle 10 alle 13: la prima lezione sarà strutturata come un’introduzione alla disciplina canora legata allo yoga, con esercizi di riscaldamento del corpo, respirazione e rilassamento. Le altre lezioni sono programmate in questo modo: durante la seconda lezione si affronteranno le tecniche di emissione dei suoni, nella terza lezione si imparerà a indirizzare correttamente il respiro, mentre durante l’ultima lezione, per concludere, si passerà alla fase di sfruttamento ottimale dell’energia.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui corsi di yoga a Torino?
Iscriviti alla nostra newsletter!

 

Lascia un commento