Corsi di Tai chi: origini e benefici

Il tai chi chuan, tai chi o taijiquan è un’antichissima arte marziale cinese, il cui nome racchiude il significato di “suprema arte di combattimento”.

Nata come tecnica di autodifesa, è una forma di combattimento basata sul concetto taostico di Ying e Yang; consiste nell’esecuzione ininterrotta di movimenti lenti e circolari, che favoriscono il fluire dell’energia all’interno del corpo. La dolcezza e l’armonia del moto rendono il tai chi simile a una sorta di danza, praticabile a tutte le età ed eseguibile anche da chi normalmente ha difficoltà nelle attività fisiche più impegnative.

Qual è l’origine del tai chi?

Non esiste un’unica teoria sulla nascita del tai chi, ma la sua origine si perde in tempi antichissimi, tanto da essere diventata quasi una leggenda.

Una delle versioni fa risalire la creazione dei tai chi al monaco Zhang San Feng, vissuto tra il 960 e il 1460 a.C., all’interno del monastero di Wu Tang. Egli ideò una particolare stile che combinava le tecniche di combattimento allora esistenti con altri movimenti pensati appositamente per incrementare il flusso di energia nel corpo; allo stesso tempo, questa “forma” generata doveva essere la manifestazione fisica del pensiero taoista.

Un’altra ipotesi vuole che il taijiquan sia stato creato da Han Gongyue e da Cheng Lingxi durante l’epoca della dinastia Liang (502-577), mentre altri ancora ritengono che sarebbe stato fondato durante la dinastia Tang da Xu Xuanpi e Li Daozi; un’ulteriore versione fa coincidere la sua nascita con l’origine dello stile Chen, ad opera di Chen Wang Ting, durante la dinastia dei Ming (1368-1644).

Il tai chi chuan in origine era una forma di combattimento più leggero rispetto alle altre arti marziali: la sua pratica consisteva nell’assorbire l’energia aggressiva dell’avversario per poi usarla contro di lui, rispondendo ai colpi. Si basava sul principio taoista di Ying e Yang, l’equilibrio degli opposti: nello scontro, infatti, la leggerezza e la delicatezza risultavano vincenti sulla durezza e la violenza.

Malgrado questo concetto di lievità, il tai chi chuan rappresentava comunque una forma di lotta studiata per uccidere in modo efficace; il moderno tai chi fu diffuso solo più tardi, quando si consolidò l’idea che potesse sussistere anche al di fuori del combattimento.

 

 

I benefici del tai chi

L’obiettivo principale di chi pratica tai chi è quello di favorire l’acquisizione di uno stato di salute che porti alla longevità.
Il tai chi è fondamentalmente un esercizio di autorilassamento, in cui i movimenti molto lenti sono coordinati alla respirazione.
Gli esercizi aiutano a rischiarare la mente e rafforzare il cervello; il corpo diventa più agile e armonioso, grazie a un miglioramento della postura.

I benefici derivanti dalla pratica del taijiquan sono numerosi:

  • rilassamento mentale;
  • concentrazione;
  • eliminazione dello stress;
  • miglioramento della mobilità articolare;
  • respirazione più profonda, che garantisce un’ossigenazione ottimale del corpo;
  • prevenzione di malattie grazie al rafforzamento del corpo;
  • prevenzione dell’osteoporosi;
  • sollievo dai dolori di schiena e spalle;
  • maggiore propensione ad aprirsi al mondo.

La pratica regolare del tai chi agisce tanto sul sistema nervoso quanto su quello cardiovascolare.

Il praticante viene stimolato nella sua capacità di concentrazione a livello mentale, indispensabile per eseguire il tai chi senza ricorrere alla forza fisica. Il lavoro rilassato si combina con il risveglio dell’attenzione del sistema nervoso, in modo che il cervello mantenga un ottimo controllo su tutto il resto dell’organismo. Tutto questo genera una piacevole sensazione di benessere e pienezza interiore.

Inoltre, attraverso una corretta respirazione diaframmatica, il corpo si abitua a introdurre ed espellere una maggiore quantità di ossigeno, che favorisce il cambio di pressione all’interno del torace. Il risultato è una circolazione coronaria più libera, una maggiore elasticità dei capillari e il rafforzamento del processo di ossigenazione. Il miglior funzionamento del muscolo cardiaco è fondamentale nella prevenzione dell’arteriosclerosi e di malattie cardiache e cardiovascolari.

Come eseguire gli esercizi di tai chi

Secondo la filosofia cinese, il percorso verso una longevità in piena salute deve essere iniziato fin da giovani; per questo gli esercizi di tai chi andrebbero eseguiti già in tenera età, per proseguire tutta la vita.

All’inizio il praticante impara ad eseguire la cosiddetta “forma lenta”, cioè la sequenza basilare dei movimenti; in seguito, imparerà ad acquietare la mente, calmare il respiro e muovere il corpo il modo rilassato e consapevole.

Esistono diversi stili di tai chi:

  • Chen
  • Yang
  • Sun
  • Wu
  • Wod
  • Hao
  • Zhaobao

I più conosciuti sono lo stile Chen e lo stile Yang.

 

Man of Tai Chi
“Man of Tai Chi”, 2013, by Keanu Reeves

 

Per intraprendere la pratica del taijiquan è necessario rispettare alcuni principi fondamentali. Innanzitutto, la mente deve essere libera, sgombra da pensieri che possono essere fonte di distrazione; a livello fisico, poi, bisogna mantenere la vita rilassata, far rientrare il petto e stirare la schiena; deve crearsi un accordo perfetto tra la parte superiore e quella inferiore del corpo. I movimenti andranno eseguiti con continuità, senza mai interrompersi, e si dovrà costantemente cercare la calma e l’eleganza nell’esecuzione degli esercizi.

I corsi di tai chi a Torino

A Torino è possibile frequentare alcuni corsi di tai chi.

Il Centro Studi Olistici Brahma Vidya propone un corso di tai chi finalizzato a migliorare nei praticanti l’apparato locomotore e cardiorespiratorio, e ad aumentare l’elasticità fisica e mentale. Nel corso delle lezioni verrà anche introdotto lo Shaolin.

YOGAndo Studio AsdPs organizza un corso di tai chi in cui gli allievi saranno introdotti alle tecniche dello stile Yang, esercitandosi sulla respirazione diaframmatica, sull’atteggiamento posturale corretto e sulla capacità di mantenere la concentrazione durante l’esecuzione dei movimenti.

Infine, il Centro Studi VAR attiverà un corso di tai chi chuan della durata di 9 mesi, con due lezioni di prova gratuite il 16 e il 30 giugno, dalle 20 alle 21.

 

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui corsi di yoga a Torino?
Iscriviti alla nostra newsletter!

 

Lascia un commento